‘Essere Bambino’, Cannata: “Diversità? Essere se stessi accettando ‘l’altro da sé'”

ESSERE BAMBINO. Le giornate per il Benessere dell’Infanzia e della Famiglia’ è una manifestazione promossa dall’associazione ‘OLTRE LA TENDA. Uno spazio per crescere‘, centro di psicologia dedicato all’infanzia, all’adolescenza e alle famiglie. Una due giorni, il 20 e il 23 ottobre, che promuove il benessere psicofisico e sociale facendo sensibilizzazione e informazione su temi di grande attualità. Il tema dell’iniziativa, giunta ormai alla quarta edizione, è ‘EDUCAZIONE ALLA DIVERSITÀ. La crescita tra creatività, autonomia e rispetto’.

Francesca Cannata
Francesca Cannata

Saranno presenti altre organizzazioni napoletane “affinché sia di chiara visibilità a tutti la forte partecipazione e il forte sostegno sul territorio napoletano di una rete di sostegno per le famiglie e la scuola”. A tal proposito Arcinews.com ha intervistato la dottoressa Francesca Cannata di ‘Oltre la tenda’.

Il tema scelto è di forte attualità. Cos’è la diversità? “Diversità significa essere se stessi con le proprie caratteristiche uniche ed irripetibili e accettare ‘l’altro da sé’ non più come un pericolo, ma come un compagno con cui condividere l’esperienza della vita”. 

La cronaca recente dimostra che è difficile accogliere l’altro come ‘un compagno di giochi’. “Bullismo e cyber bullismo, auto distruttività, dispersione scolastica, discriminazione e emarginazione sono fenomeni sempre più diffusi e dilaganti e i tentativi da parte delle istituzioni e delle famiglie di arginarli sono spesso fallimentari. Queste azioni sono importanti ma non bastano se non sono inserite all’interno di un percorso formativo e orientato al benessere. In questa ottica educare alla diversità significa promuovere la capacità di accogliere il cambiamento, le imperfezioni e i limiti propri e dell’altro”.

In che modo? “Bisogna favorire l’elaborazione e la condivisione attraverso la consapevolezza e la libera espressione. I bambini e i ragazzi hanno bisogno di un ambiente che favorisca tutto questo attraverso l’accettazione dei propri limiti e fragilità”.  

Un compito arduo per gli ‘addetti ai lavori’ e per i genitori. “Prima per gli adulti e poi per i bambini diventa fondamentale imparare ad affidarsi e ad avere fiducia nell’essere umano e in se stessi. Solo attraverso la formazione di una fiducia e della consapevolezza possiamo diventare portatori di autonomia e crescita nei nostri figli e nelle nuove generazioni”.

In conclusione la dottoressa Cannata afferma che “oltre ai riferimenti familiari sono insegnanti e educatori, ma anche ogni cittadino e persona a poter svolgere un ruolo di promozione della crescita e dell’espansione di sé e dei ragazzi e bambini”.

 Alla manifestazione parteciperanno tanti autori e performer del territorio napoletano che daranno il via a relazioni, interventi, concerti, laboratori di musica, arte e balli.
L’evento si svolgerà giovedì 20 ottobre all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli per proseguire domenica 23 con una manifestazione pubblica nella zona pedonale di via Luca Giordano.

Ecco il programma di ‘ESSERE BAMBINO. Le giornate per il Benessere dell’Infanzia e della Famiglia’

essere-bambino-programma

Commenta su Facebook
Federica Massari

Federica Massari

Ha creato e dirige Arcinews. Giornalista professionista nata e cresciuta a Napoli. Dedica ogni giorno ‘Odi et amo’ alla sua città. Ha lavorato come stagista e collaboratrice per la testata ‘Il Denaro‘. E’ stata alla Rai nella redazione del ‘Tg2‘. Ha condotto un programma radiofonico chiamato ‘Living rock ‘n’ metal’ a Roma. Ha lavorato al ‘Corriere di Salerno’ come redattrice e collaboratrice esterna. Il suo monito è tratto da una poesia di Frost: “Due strade trovai nel bosco e io scelsi quella meno battuta ed è per questo che sono diverso”. La frase che le dà forza è di Eduardo De Filippo: “Lu tiempo de li llacrem’ è passato. Mo’ è tiemp’ ’e core tuosto e faccia tosta”. Laureata in Filosofia e comunicazione all’Università “L’Orientale” di Napoli. Ha conseguito un master in giornalismo all’Università di Salerno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi