Napoli-Torino, Pagelle e Buoni&Cattivi – Il San Paolo abbraccia la squadra

Nella meravigliosa cornice di un San Paolo gremito il Napoli ha pareggiato per 2-2 contro il Torino. Lo stadio San Paolo ha abbracciato la squadra e la curva B ha regalato al mister azzurro uno striscione con scritto: “Sarri, uno di noi”. A proposito dello Scudetto, Jorginho alla fine del primo tempo ha detto: “Certo che ci crediamo. Finché c’è possibilità, dobbiamo crederci”. Nonostante l’obiettivo sfumato, il migliore in campo è stato tutto lo stadio dipinto di azzurro: squadra e tifosi.

PAGELLE

Napoli (4-3-3): Reina 6; Hysaj 5,5, Albiol 6, Chiriches 5,5, Mario Rui A 5; Allan 6, Jorginho 5, Zielinski 5,5 (69′ Hamsik 7); Callejon 6 (88′ Ounas N.C.), Mertens 7 (63′ Milik 5), Insigne 5,5.

Torino (3-5-2):Sirigu 6; N’Koulou 5,5 A, Burdisso A 4,5, Bonifazi 6,5; De Silvestri 7, Acquah 6, Rincon 6,5 (84′ Valdifiori N.C.), Baselli A 6 (78′ Iago Falque N.C.), Ansaldi 6,5; Niang 6 (63′ Belotti 5), Ljajic 7.

NAPOLI

San Paolo 10 A Fuorigrotta va di scena la bellezza del tifo, quello vero. Il Napoli pareggia in casa contro il Torino ma il pubblico regala uno spettacolo indimenticabile di gratitudine e amore per la stagione disputata dagli azzurri.

Hamsik 7 Entra e sigla il centesimo gol in Serie A. Magistrale la rete del capitano azzurro che riceve da Callejon, si coordina e non sbaglia.

Mertens 7 E’ al posto giusto nel momento giusto e torna al gol nel giorno del suo 31 esimo compleanno.

Callejon 6,5 Si divora un gol su errore difensivo del Torino ma serve l’assist per il sigillo di Hamsik.

Mario Rui A 4,5 Perde De Silvestri per il definitivo pareggio.

TORINO

De Silvestri 7 Realizza il gol del 2-2.

Burdisso A 4,5 Rivolge le spalle al proprio portiere e si ricorda di fare il regalo per il compleanno di Mertens.

Baselli  A 6 Un voto in più per il gol che riapre la partita.

Lijaic 7 Suoi gli assist dei due gol granata.

Commenta su Facebook

Federica Massari

Ha creato e dirige Arcinews. Giornalista professionista nata e cresciuta a Napoli. Dedica ogni giorno ‘Odi et amo’ alla sua città. Ha lavorato come stagista e collaboratrice per la testata ‘Il Denaro‘. E’ stata alla Rai nella redazione del ‘Tg2‘.
Ha condotto un programma radiofonico chiamato ‘Living rock ‘n’ metal’ a Roma. Ha lavorato al ‘Corriere di Salerno’ come redattrice e collaboratrice esterna.
Il suo monito è tratto da una poesia di Frost: “Due strade trovai nel bosco e io scelsi quella meno battuta ed è per questo che sono diverso”.
La frase che le dà forza è di Eduardo De Filippo: “Lu tiempo de li llacrem’ è passato. Mo’ è tiemp’ ’e core tuosto e faccia tosta”.
Laureata in Filosofia e comunicazione all’Università “L’Orientale” di Napoli. Ha conseguito un master in giornalismo all’Università di Salerno.
Federica Massari

Federica Massari

Ha creato e dirige Arcinews. Giornalista professionista nata e cresciuta a Napoli. Dedica ogni giorno ‘Odi et amo’ alla sua città. Ha lavorato come stagista e collaboratrice per la testata ‘Il Denaro‘. E’ stata alla Rai nella redazione del ‘Tg2‘. Ha condotto un programma radiofonico chiamato ‘Living rock ‘n’ metal’ a Roma. Ha lavorato al ‘Corriere di Salerno’ come redattrice e collaboratrice esterna. Il suo monito è tratto da una poesia di Frost: “Due strade trovai nel bosco e io scelsi quella meno battuta ed è per questo che sono diverso”. La frase che le dà forza è di Eduardo De Filippo: “Lu tiempo de li llacrem’ è passato. Mo’ è tiemp’ ’e core tuosto e faccia tosta”. Laureata in Filosofia e comunicazione all’Università “L’Orientale” di Napoli. Ha conseguito un master in giornalismo all’Università di Salerno.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi