Napoli, tra Champions e Serie A gli azzurri messi a dura prova

hamsik e zielinskyDi sicuro sarà un cammino insidiosissimo per il Napoli in Champions League, come si evince dal calendario. Liverpool e Paris Saint-Germain sembrano essere più della Stella Rossa squadre proibitive.
La lettura della competizione va fatta però tenendo conto del reale potenziale degli azzurri messi a dura prova ma considerati dal campo la seconda forza della Serie A.

L’INCROCIO CON IL CAMPIONATO

Si parte il 18 settembre dal Marakana di Belgrado (Stadion Rajko Mitić)contro la squadra sulla carta più facile. Prima però al Napoli tocca giocare con la Fiorentina in casa, squadra ostica, che nel passato campionato tolse le speranze ai partenopei di cucire lo scudetto sul petto. Di seguito affronteranno prima il Toro dell’ex Mazzarri, il neopromosso Parma e il 30 settembre la Juventus, partita da sempre carica di emozioni e di aspettative. I bianconeri vorranno di certo vendicare il gol di Koulibaly mentre i partenopei dovranno affrontarla al massimo consapevoli che dopo appena tre giorni scenderanno in campo contro il Liverpool.
Sassuolo e Udinese faranno da preparazione alla chiusura del girone di andata di CavaniChampions, il 24 ottobre a Parigi contro la squadra di Mbappè, Neymar, e il compianto Edinson Cavani.
Dopo un abbordabile Empoli e poi il 6 novembre sarà di nuovo PSG show al San Paolo, nella speranza che i giochi non siano già stati fatti.
Gli amici del Genoa e il Chievo Verona saranno gli avversari che anticipano la partita in casa con la Stella Rossa del 28 novembre.
Subito dopo la trasferta a Bergamo e poi il Napoli giocherà in casa con il Frosinone.
Chiuderà la fase a gironi della Champions League la trasferta a Liverpool dell’11 dicembre nella speranza di poter alzar le braccia al cielo per una qualificazione difficilissima, ma che se letta nel computo degli incroci con il campionato, potrebbe regalare davvero una grossa soddisfazione ai tifosi partenopei.

FOTO: sportskeeda.com

A cura di Ciro Sgambati

Commenta su Facebook

Federica Massari

Ha creato e dirige Arcinews. Giornalista professionista nata e cresciuta a Napoli. Dedica ogni giorno ‘Odi et amo’ alla sua città. Ha lavorato come stagista e collaboratrice per la testata ‘Il Denaro‘. E’ stata alla Rai nella redazione del ‘Tg2‘.
Ha condotto un programma radiofonico chiamato ‘Living rock ‘n’ metal’ a Roma. Ha lavorato al ‘Corriere di Salerno’ come redattrice e collaboratrice esterna.
Il suo monito è tratto da una poesia di Frost: “Due strade trovai nel bosco e io scelsi quella meno battuta ed è per questo che sono diverso”.
La frase che le dà forza è di Eduardo De Filippo: “Lu tiempo de li llacrem’ è passato. Mo’ è tiemp’ ’e core tuosto e faccia tosta”.
Laureata in Filosofia e comunicazione all’Università “L’Orientale” di Napoli. Ha conseguito un master in giornalismo all’Università di Salerno.
Federica Massari

Federica Massari

Ha creato e dirige Arcinews. Giornalista professionista nata e cresciuta a Napoli. Dedica ogni giorno ‘Odi et amo’ alla sua città. Ha lavorato come stagista e collaboratrice per la testata ‘Il Denaro‘. E’ stata alla Rai nella redazione del ‘Tg2‘. Ha condotto un programma radiofonico chiamato ‘Living rock ‘n’ metal’ a Roma. Ha lavorato al ‘Corriere di Salerno’ come redattrice e collaboratrice esterna. Il suo monito è tratto da una poesia di Frost: “Due strade trovai nel bosco e io scelsi quella meno battuta ed è per questo che sono diverso”. La frase che le dà forza è di Eduardo De Filippo: “Lu tiempo de li llacrem’ è passato. Mo’ è tiemp’ ’e core tuosto e faccia tosta”. Laureata in Filosofia e comunicazione all’Università “L’Orientale” di Napoli. Ha conseguito un master in giornalismo all’Università di Salerno.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi