I Pooh si raccontano per i 50 anni di carriera

I Pooh hanno rilasciato un’intervista a “ViviMilano” per i 50 anni di carriera. Ecco le parti salienti delle dichiarazioni di Canzian, Facchinetti, Fogli, Battaglia e D’Orazio.

Come vi immaginavate 50 anni fa? Canzian: “Era difficile immaginare che saremmo durati tutti questi anni visto che le band di allora si scioglievano facilmente. Noi siamo diventati grandi senza spegnere mai l’innocenza del nostro primo sogno”.

Come mai avete richiamato Riccardo Fogli? A rispondere è Roby Facchinetti: “Speravamo in un gran finale tutti uniti, richiamando sul palco i vecchi amici. Il grande assente è sicuramente Valerio Negrini. Ho contattato anni fa il manager di Riccardo per capire cosa se c’era la possibilità di farlo tornare per la Reunion, ma gli dissi di non dire nulla a Riccardo perché era una sorpresa. Dopo un anno ho chiamato Riccardo e lui ha esclamato: “ci sarà da piangere, sopra il palco e giù dal palco”!

Come sarà la scaletta? Stefano D’orazio risponde: “Spaziare tra oltre 400 brani del nostro repertorio ha richiesto molte sforzo: gli spazi, il  pubblico di ogni tipo, tre ore di durata al massimo e l’inserimento di Riccardo per riproporre a 5 voci le canzoni e renderle quasi inedite. Ma sappiamo che qualcuno ci chiederà: perché non avete suonato la mia preferita”?

Il filo conduttore dell’evento? Battaglia: “E’ la nostra storia fatta di amicizia, rispetto, dedizione e passione”.

Qual è stato il momento più brutto dei vostri 50 anni di carriera? D’Orazio: “Quando Riccardo ci disse che avrebbe abbandonato la band. Passai la notte in macchina sotto casa sua per capire le sue ragioni e ma soprattutto e per fargli cambiare idea. All’alba pensai di esserci riuscito. Credevamo fosse finita, ma la nostra buona stella ci accarezzò nuovamente. Arrivò Red e ritrovammo i Pooh, ma i giorni dell’addio furono orribili”.

Cosa vi mancherà dei Pooh? Fogli: “La loro meravigliosa ritrovata amicizia, in realtà mai veramente perduta. Il vivere tutti i giorni insieme ai Pooh. Siamo amici veri e ci ascoltiamo molto”.

Commenta su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi