Ranieri: Malìa e le date del tour [VIDEO]

Malìa è il nuovo album di Massimo Ranieri con la collaborazione di Mauro Pagani. In questo cd le canzoni degli anni ’50 e ’60 della tradizione napoletana rivivono in chiave jazz. A 65 anni l’Istrione ha trovato un nuovo amore, il jazz. Infatti l’8 luglio aprirà a Perugia l’ Umbria Jazz, insieme ad artisti di massimo livello come il sassofonista Stefano di Battista, il trombettista Enrico Rava, Rita Marcotulli sarà al pianoforte, Riccardo Fioravanti al contrabbasso e il batterista Stefano Bagnoli. Grazie a questo incontro tra le stelle dell’affascinante stile musicale e Massimo Ranieri i fan potranno ascoltare il repertorio classico del cantante-attore in una chiave del tutto inedita. Come questa versione de “O Sarracino“.

Il repertorio degli anni 50 e 60 – spiega Ranieri – è quello classico del night a Napoli, Amalfi, Positano, Sorrento, Ischia e Capri” Poi parla dell’amico Pino Daniele dicendo: “è un precursore perché, dopo gli anni ’60, è stato il primo ad avere il coraggio di inserire il blues e una forte influenza afroamericana nella musica napoletana”. 

Si evince dall’album, come spiega Ranieri: “La tradizione partenopea più ‘nightarola’ come si dice in gergo”. 

Il 9 luglio Massimo Ranieri sarà a Oristano, il 24 dello stesso mese a Pescara e sempre a luglio il 29 a Gardone Riviera. Mentre il 30 agosto sarà a Ischia. A Napoli tornerà il 10 novembre al teatro San Carlo mentre il 3 dicembre sarà la volta del festival del jazz a Monte Carlo.

Continua il tour di Sogno e Son Desto… in viaggio, che fa sempre il tutto esaurito. Ranieri lavora su tutti i fronti: il 24 luglio sarà a Mosca per presentare il film in cui interpreta Pier Paolo Pasolini, “La macchinazione”, al Festival del Cinema. In più sta lavorando a uno spettacolo che metterà in scena il prossimo autunno su un testo del grande autore nato a Castellammare di Stabia ovvero Raffaele Viviani.

Commenta su Facebook

Federica Massari

Ha creato e dirige Arcinews. Giornalista professionista nata e cresciuta a Napoli. Dedica ogni giorno ‘Odi et amo’ alla sua città. Ha lavorato come stagista e collaboratrice per la testata ‘Il Denaro‘. E’ stata alla Rai nella redazione del ‘Tg2‘.
Ha condotto un programma radiofonico chiamato ‘Living rock ‘n’ metal’ a Roma. Ha lavorato al ‘Corriere di Salerno’ come redattrice e collaboratrice esterna.
Il suo monito è tratto da una poesia di Frost: “Due strade trovai nel bosco e io scelsi quella meno battuta ed è per questo che sono diverso”.
La frase che le dà forza è di Eduardo De Filippo: “Lu tiempo de li llacrem’ è passato. Mo’ è tiemp’ ’e core tuosto e faccia tosta”.
Laureata in Filosofia e comunicazione all’Università “L’Orientale” di Napoli. Ha conseguito un master in giornalismo all’Università di Salerno.
Federica Massari

Federica Massari

Ha creato e dirige Arcinews. Giornalista professionista nata e cresciuta a Napoli. Dedica ogni giorno ‘Odi et amo’ alla sua città. Ha lavorato come stagista e collaboratrice per la testata ‘Il Denaro‘. E’ stata alla Rai nella redazione del ‘Tg2‘. Ha condotto un programma radiofonico chiamato ‘Living rock ‘n’ metal’ a Roma. Ha lavorato al ‘Corriere di Salerno’ come redattrice e collaboratrice esterna. Il suo monito è tratto da una poesia di Frost: “Due strade trovai nel bosco e io scelsi quella meno battuta ed è per questo che sono diverso”. La frase che le dà forza è di Eduardo De Filippo: “Lu tiempo de li llacrem’ è passato. Mo’ è tiemp’ ’e core tuosto e faccia tosta”. Laureata in Filosofia e comunicazione all’Università “L’Orientale” di Napoli. Ha conseguito un master in giornalismo all’Università di Salerno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi