Serie A, il Torino tramortisce il Crotone 4-1

Nel recupero della 27ª giornata un piccolo Crotone si fa travolgere in casa di un super Torino e da uno scatenato Belotti, autore di una tripletta.

SUPER TORO NELLA RIPRESA

I problemi per Zenga arrivano già all’avvio, quando è costretto a sostituire Benali per un problema muscolare. Poi il vantaggio granata: calcio d’angolo di Ljajic per Belotti che anticipa l’ex Ajeti e colpisce trovando prima Cordaz e poi sulla ribattuta il facile tap in. Quattro minuti più tardi e arriva il raddoppio con Iago Falque che punta e salta Ajeti, entra in area e calcia in diagonale con il mancino freddando Cordaz. Il Crotone non reagisce ed i granata trovano anche il tris, sempre con il Gallo che trova la doppietta personale. Sul finire di frazione da segnalare la traversa di Simy dopo un calcio di punizione.

LA RIPRESA

Nella ripresa prova a prender coraggio il Crotone ma senza creare mai grattacapi a Sirigu e così a metà tempo arriva il 4-0 ancora con Belotti che approfitta di un pasticcio della retroguardia avversaria. Solo a fine gara esce l’orgoglio del Crotone che, dopo una rete annullata a Sampirisi per fuorigioco, trova la rete della bandiera al 90’ con Faraoni.

Per il Crotone un altro turno da archiviare rapidamente. Domenica prossima con il Bologna  si deve per forza cambiare marcia se si vuol ripetere il miracolo dello scorso anno. Il Torino si porta invece a 5 punti dall’ultimo posto disponibile per l’Europa League. (Foto: torinofc.it)

TABELLINO

Torino – Crotone 4-1

TORINO: Sirigu; Bonifazi, Burdisso, Moretti (82’ Buongiorno); De Silvestri (59’ Barreca), Rincon, Baselli (73’ Obi), Ansaldi; Ljajic; Iago Falque, Belotti. A disp.: Ichazo (GK), Milinkovic-Savic (GK), Molinaro, Valdifiori, Acquah, Edera, Berenguer, Nkoulou, Butic. All. Mazzarri

CROTONE: Cordaz; Ceccherini, Ajeti, Sampirisi; Faraoni, Rohden (80’ Crociata), Barberis, Benali (16’ Zanellato), Pavlovic; Trotta (71’ Tumminello), Simy. A disp.: Festa (GK), Viscovo (GK), Ricci, Giannotti, Diaby, Markovic, Martella. All. Zenga

Arbitro: Guida di Torre Annunziata

Reti: 16’, 36’ e 68’ Belotti (T), 20’ Iago Falque (T), 90’ Faraoni (C)

NOTE – Ammoniti: 36’ Faraoni (C), 67’ Rincon (T)

Commenta su Facebook

Federica Massari

Ha creato e dirige Arcinews. Giornalista professionista nata e cresciuta a Napoli. Dedica ogni giorno ‘Odi et amo’ alla sua città. Ha lavorato come stagista e collaboratrice per la testata ‘Il Denaro‘. E’ stata alla Rai nella redazione del ‘Tg2‘.
Ha condotto un programma radiofonico chiamato ‘Living rock ‘n’ metal’ a Roma. Ha lavorato al ‘Corriere di Salerno’ come redattrice e collaboratrice esterna.
Il suo monito è tratto da una poesia di Frost: “Due strade trovai nel bosco e io scelsi quella meno battuta ed è per questo che sono diverso”.
La frase che le dà forza è di Eduardo De Filippo: “Lu tiempo de li llacrem’ è passato. Mo’ è tiemp’ ’e core tuosto e faccia tosta”.
Laureata in Filosofia e comunicazione all’Università “L’Orientale” di Napoli. Ha conseguito un master in giornalismo all’Università di Salerno.
Federica Massari

Federica Massari

Ha creato e dirige Arcinews. Giornalista professionista nata e cresciuta a Napoli. Dedica ogni giorno ‘Odi et amo’ alla sua città. Ha lavorato come stagista e collaboratrice per la testata ‘Il Denaro‘. E’ stata alla Rai nella redazione del ‘Tg2‘. Ha condotto un programma radiofonico chiamato ‘Living rock ‘n’ metal’ a Roma. Ha lavorato al ‘Corriere di Salerno’ come redattrice e collaboratrice esterna. Il suo monito è tratto da una poesia di Frost: “Due strade trovai nel bosco e io scelsi quella meno battuta ed è per questo che sono diverso”. La frase che le dà forza è di Eduardo De Filippo: “Lu tiempo de li llacrem’ è passato. Mo’ è tiemp’ ’e core tuosto e faccia tosta”. Laureata in Filosofia e comunicazione all’Università “L’Orientale” di Napoli. Ha conseguito un master in giornalismo all’Università di Salerno.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi