Serie A, Sassuolo-Napoli: solo un pareggio per gli azzurri

Minuto di silenzio al Mapei Stadium per la scomparsa di Emiliano Mondonico che guidò il Napoli nella sfortunata stagione 2000/2001. Partita piena di aspettative per entrambe le squadre con il Napoli che ha bisogno di una vittoria per tenere la porta aperta verso il sogno scudetto mentre il Sassuolo cerca di guadagnarsi un pezzo di salvezza.

IL PRIMO TEMPO

Il Sassuolo parte subito con un pressing molto alto che prova a mettere in difficoltà il Napoli. Al 5′ minuto su cross di Mertens, Callejon mette la palla dentro di testa ma il gol viene annullato per posizione di fuori gioco confermata dal Var. Appena due minuti dopo Consigli riesce a ribattere con i piedi un tiro calciato al volo da Insigne rimasto praticamente solo davanti alla porta. In questa prima fase del secondo tempo il Napoli mantiene il possesso palla cercando sempre azioni che partendo veloci dagli esterni possano fare male. Al 13′ il Sassuolo si fa avanti con Lirola senza ottenere più di un calcio d’angolo su cui svetta Jorginho che libera. Al 22′ vantaggio del Sassuolo: sullo sviluppo di un calcio di punizione dalla sinistra battuto da Sensi, prima Peluso colpisce il palo e poi sulla ribattuta Politano non sbaglia.

I ragazzi di Iachini sembrano aver preso coraggio e appena qualche minuto dopo il vantaggio Belardi riescono a mettere in difficoltà tutta la difesa azzurra con una cavalcata in solitaria interrotta soltanto in area da Koulibaly. Al 25′ gli azzurri sono ancora una volta pericolosi con Insigne che però sbaglia sotto porta tirando la palla sull’esterno della rete.

Sempre Insigne al 35′ inventandosi una rovesciata in area di rigore serve Callejon cheInsigne però non riesce a rendere onore al gesto atletico.

Al 39′ il portiere del Sassuolo compie il secondo miracolo della prima frazione di gioco e di puro riflesso riesce a ribattere in angolo un tiro dalla corta distanza di Insigne. Allo scadere del primo tempo c’è tempo per nuove emozioni da entrambe i lati del campo. Callejon, pur trovandosi in posizione di fuorigioco, riesce a sbagliare un gol fatto tirando alto sulla traversa. Mentre a far correre i brividi per il Sassuolo ci pensa Belardi con un tiro che attraversa tutta l’area senza trovare nessuno che ribatta.

SECONDO TEMPO

Il secondo tempo si apre senza novità nelle due formazioni. Dopo appena 5 minuti il Sassuolo vicino al raddoppio. Su errore di Koulibaly, Politano attraversa tutta l’area azzurra calciando un tiro respinto da Reina su Belardi che però calcia alto. Il secondo tempo inizia con un Sassuolo pieno di occasioni e possesso palla mentre il Napoli continua ad essere impreciso.

rogerioAl 12′ azzurri pericolosi sugli sviluppi di un calcio d’angolo calciato da Callejon, il pallone arriva direttamente ad Allan che dalla trequarti tira fuori di destro. Al 19′ Jorginho esce dal rettagolo di gioco per il ritorno in campo di Milik a cui stavolta mister Sarri concede qualche minuto in più di gioco. Il polacco si fa trovare subito pronto dopo appena qualche minuto non riuscendo però di testa a trovare la porta sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 30′ Ragusa in solitaria mette in difficoltà gli azzurri con un tiro che però non impensierisce Reina. Milik ancora pericoloso in area di rigore tira sui piedi di Consigli. Solo qualche minuto dopo e al 35′ dall’esterno, Rogerio si rende involontario protagonista del pareggio del Napoli con un autogol. Il giocatore del Sassuolo riesce ad anticipare Callejon che è il destinatario di un passaggio in area di Milik. Il Napoli Milikfinalmente riesce a trovare il pareggio.  Il polacco sembra indemoniato, al 38° con una gran rovesciata tira sulla traversa. Il secondo tempo si chiude con un assedio azzurro nella metà campo del Sassuolo. Allo scadere dei 5 minuti di recupero Politano spreme le ultime energie attraversando tutto il campo fino a cedere il passo a Koulibaly nella trequarti azzurra. Il Napoli non va oltre il pareggio, fermandosi ad un punto dalla Juventus in attesa del Milan.

Tabellino

Sassuolo (3-5-2): Consigli; Goldaniga, Acerbi, Peluso; Lirola, Mazzitelli(33° Cassata), Sensi (39 Magnanelli), Missiroli, Rogerio; Berardi (28° Ragusa), Politano. All. Iachini.

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan (37°Diawara), Jorginho (20° Milik), Zielinski; Callejon, Mertens (30° Hamsik), Insigne. All. Sarri.

Marcatori: 22° Politano, 35° Rogerio (aut.)

FOTO: http://www.21secolo.news/ http://www.minformo.com/category/sport/  http://www.parlandodisport.it/category/calcio/ http://www.mondoprimavera.com/2016/06/03/juventus-rogerio-rientra-dal-prestito-allegri-lo-valutera-ritiro/ http://www.liberoquotidiano.it/news/sport/13266146/arek-milik-prestito-chievo-gennaio-conferma-giocatore-de-laurentiis.html

Commenta su Facebook

Carla Di Somma

Nata e cresciuta a Castellammare di Stabia. Ha fatto suo il motto che campeggia sullo stemma della città delle acque: “Post Fata Resurgo”.
Ha frequentato la facoltà di Scienze della Comunicazione all'Università di Salerno.
Operaia per necessità, cerca di ritagliarsi il tempo necessario per dedicarsi a questa piccola grande avventura che è Arcinews.
Carla Di Somma

Carla Di Somma

Nata e cresciuta a Castellammare di Stabia. Ha fatto suo il motto che campeggia sullo stemma della città delle acque: “Post Fata Resurgo”. Ha frequentato la facoltà di Scienze della Comunicazione all'Università di Salerno. Operaia per necessità, cerca di ritagliarsi il tempo necessario per dedicarsi a questa piccola grande avventura che è Arcinews.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi