Torino-Spal 1-0: Pagelle, Cronaca, Tabellino e Video Highlights

Il Torino ottiene la prima vittoria in campionato con un 1-0 pieno di significato in un match che è stato anche sospeso per la forte pioggia. I granata, dopo l’ottimo 2-2 di San Siro con l’Inter, affrontavano una Spal reduce da due vittorie consecutive e con una difesa impenetrabile. I granata nel primo tempo non trovano molti sbocchi, per merito anche dell’organizzata retroguardia di Semplici, ma sono proprio i ferraresi ad avere una colossale palla gol con Petagna al 20′ ma l’attaccante viene fermato da Sirigu. Il Torino risponde con Iago Falque senza fortuna (35′) e Antenucci prima del riposo sfiora il vantaggio di testa (43′).

Dopo il tremendo acquazzone il Torino entra in campo più deciso e fa le prove generali del vantaggio con Belotti che di testa va ad un passo dalla sua seconda rete in campionato (48′). Al 53′ il match si sblocca: da calcio d’angolo Iago Falque pennella per N’Koulou che incorna lasciando tutti di sasso. La Spal non ci sta e risponde con Fares che trova al 61′ sulla sua strada ancora un ottimo Sirigu. La squadra di Mazzarri sfiora il raddoppio ma alla fine va bene così e i granata portano via tre punti tanto importanti quanto preziosi.

LE PAGELLE DI TORINO-SPAL

Torino (3-5-2): Sirigu 6.5; Izzo 6.5, N’Koulou 7, Moretti 6; De Silvestri 6, Meite 6, Rincon 6.5, Soriano 5.5 (56’Baselli 6), Aina 5.5 (65’Berenguer 6); Belotti 6.5, Iago Falque 6.5 (80’Zaza s.v.). All. Mazzarri

Spal (4-4-2): Gomis 5; Cionek 6, Vicari 6, Felipe 6.5, Fares 5.5; Lazzari 6, Schiattarella 5.5, Kurtic 6.5, Missiroli 5.5; Antenucci 6.5, Petagna 6. All. Semplici

Rete: 53’N’Koulou (T)

Ammoniti: Moretti (T), Cionek e Schiattarella (S)

I MIGLIORI E I PEGGIORI DI TORINO-SPAL

N’Koulou 7: il difensore ex Lione sigla una rete fondamentale per regalare la prima vittoria a Mazzarri. La forza fisica e lo stacco imperioso lo fanno da padrone anche in difesa: gigante

Aina 5.5: l’esterno sinistro scelto dal tecnico granata non convince in pieno. Missiroli riesce spesso a sovrastalo e il giocatore sembra un pesce fuor d’acqua: da rivedere.

Antenucci 6.5: l’attaccante è tra i più in forma della banda Semplici, ma non riesce questa volta a segnare come capitato una settimana fa. E’ una spina nel fianco della difesa granata e se non fosse per Sirigu…

Gomis 5: il portiere si emoziona tornando allo stadio Grande Torino (è di proprietà granata) e sul gol decisivo resta fermo senza tentare l’uscita, un errore decisivo

TORINO-SPAL, VIDEO HIGHLIGHTS

Foto: gazzetta.it; tuttosport

Commenta su Facebook

Federica Massari

Ha creato e dirige Arcinews. Giornalista professionista nata e cresciuta a Napoli. Dedica ogni giorno ‘Odi et amo’ alla sua città. Ha lavorato come stagista e collaboratrice per la testata ‘Il Denaro‘. E’ stata alla Rai nella redazione del ‘Tg2‘.
Ha condotto un programma radiofonico chiamato ‘Living rock ‘n’ metal’ a Roma. Ha lavorato al ‘Corriere di Salerno’ come redattrice e collaboratrice esterna.
Il suo monito è tratto da una poesia di Frost: “Due strade trovai nel bosco e io scelsi quella meno battuta ed è per questo che sono diverso”.
La frase che le dà forza è di Eduardo De Filippo: “Lu tiempo de li llacrem’ è passato. Mo’ è tiemp’ ’e core tuosto e faccia tosta”.
Laureata in Filosofia e comunicazione all’Università “L’Orientale” di Napoli. Ha conseguito un master in giornalismo all’Università di Salerno.
Federica Massari

Federica Massari

Ha creato e dirige Arcinews. Giornalista professionista nata e cresciuta a Napoli. Dedica ogni giorno ‘Odi et amo’ alla sua città. Ha lavorato come stagista e collaboratrice per la testata ‘Il Denaro‘. E’ stata alla Rai nella redazione del ‘Tg2‘. Ha condotto un programma radiofonico chiamato ‘Living rock ‘n’ metal’ a Roma. Ha lavorato al ‘Corriere di Salerno’ come redattrice e collaboratrice esterna. Il suo monito è tratto da una poesia di Frost: “Due strade trovai nel bosco e io scelsi quella meno battuta ed è per questo che sono diverso”. La frase che le dà forza è di Eduardo De Filippo: “Lu tiempo de li llacrem’ è passato. Mo’ è tiemp’ ’e core tuosto e faccia tosta”. Laureata in Filosofia e comunicazione all’Università “L’Orientale” di Napoli. Ha conseguito un master in giornalismo all’Università di Salerno.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi